Il Sistema Spazio Giallo diventa una rete in tutta Italia e in particolare in Lombardia

Il Sistema Spazio Giallo è un intervento che porta avanti un approccio globale di attenzione e cura delle relazioni familiari in detenzione con al centro l’interesse del bambino, un sistema relazionale integrato che prevede l’adozione delle linee guida e di una formazione specifica degli operatori di Bambinisenzasbarre.

Al centro del Sistema Spazio Giallo si trova il bambino e i suoi diritti, riconosciuti nella Carta dei diritti dei figli di genitori detenuti”, valida dal 2014 in tutte le carceri italiane, creata e voluta da Bambinisenzabarre, firmata dal Ministero della Giustizia e dall’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza, una carta unica in Europa.

Ora in rete
Ora il Sistema Spazio Giallo diventa “Sistema Spazio Giallo in rete” e comprende come azione concreta fondamentale lo Spazio Giallo: il modello di Bambinisenzasbarre per l’accoglienza del bambino che entra in carcere per incontrare il genitore; di sostegno al nucleo familiare; un osservatorio di ricerca permanente e un programma di formazione per la polizia penitenziaria, che concilia accoglienza sensibile, controllo e sicurezza.

Con il progetto Sistema Spazio Giallo in rete, lo Spazio Giallo, oltre ad essere presente negli istituti penitenziari milanesi di San Vittore, Opera e Bollate, si diffonde negli istituti di Lodi, Brescia, Bergamo, Varese.
L’intervento Sistema Spazio Giallo in rete è realizzato nell’ambito delle iniziative promosse dal Programma Operativo Regionale cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo.

Per maggiori informazioni www.fse.regione.lombardia.it

Condividi